vai ai contenuti

Provincia di Mantova - Portale sul Turismo a Mantova

Home | Benvenuti | Rubriche | Crea il tuo viaggio | Cosa Fare | Vivere Mantova Dimensione Carattere: A | A | A
Home   >   Articoli

Ricerca

Data
Date
Date

Seguici su ...

Visit Mantova

Comunica con noi


Call center tel. +39 0376 432 432


info@turismo.mantova.it



HTML 4.01 Strict Valido!   CSS Valido!   Logo attestante il superamento, ai sensi della Legge n. 4-2004, della verifica tecnica di accessibilita'.

Ricetta per l' Estate

La Cervetta,
Ultimo aggiornamento: 22 settembre 2017


Come passano i mantovani la loro estate in città? È una domanda vecchia che però ritrova ogni anno, in apertura di stagione, la stessa attualità. Tra feste e festival, paninoteche e sale da ballo, il quesito serale di ciascuno è: adesso che si fa? Stefano tori, da noi interpellato per le sue specifiche conoscenze professionali, si è guardato intorno ed ha raccolto qua e là le ultime novità dell'ospitalità mantovana del tempo libero. La panoramica, per evidenti ragioni di spazio, non è completa e risente forse delle deformazioni dell'ottica tipicamente cittadina: dà comunque un'idea dei «ritrovi» più frequentati dai giovani di Mantova e provincia.

Non ritenendo opportuno attaccarsi al passato, ci si chiede quale chiave impugnare per discorrere del tema: locali notturni. Scartiamo anche le più recenti: le ispirazioni aggregazioniste, le considerazioni sul bisticcio pubblico / privato, l'alternativa giovanilese del musica/moda. Pure i tempi della febbre del sabato sera sono passati. John Travolta apparirà quest'anno sugli schermi addirittura come perplesso pigmalione del riflesso femminile del proprio datato personaggio. Altra possibilità: buttare l'occhio ai ventenni per mixare ogni considerazione a giudizi sulla gioventù contemporanea; ma in sedi analoghe molti hanno insegnato come sia facile trarre conclusioni affrettate. Proviamo allora, per sommi capi, a descrivere, in un 'ottica funzionale, il panorama mantovano dei ritrovi notturni. Vediamo di capire le linee gestionali e le metamorfosi. Molti spunti sono proprio quelli del pubblico, forse il giudice migliore li comunque il metro massimale che, oggi o domani, decreterà il successo e la stabilità dei locali stessi . Caravel, Colosseum, Sayonara. Questi locali, proprio per la necessità di adeguarsi o, addirittura, di prevenire la propria utenza, sono certo le realtà più in movimento. Al Caravel, sempre in riga sotto il profilo suono/luci, ora si balla anche all' aperto, nel rinnovato parco estivo, decisamente gradevole e si costruisce pensando alla prossima stagione. Lo staff dei D.J. e dei tecnici è senza dubbio tra i più quotati della provincia, lo standard professionale è adeguato alle esigenze ed alle aspirazioni del locale. Molta la pubblicità che i dirigenti articolano su vari fronti (compreso quello delle sponsorizzazioni sportive) . Il Colosseum di Marmirolo non è da meno e il suo nero clichè spicca sulle pagine locali sottolineando le spumeggianti attrazioni della settimana. La struttura del complesso, con grande sviluppo in altezza, pone problemi di suono, ma l'impianto è eccellente. Novità tecniche e spettacolari non mancano. A Castel Goffredo il Sayonara propone le sue carte: disco roller e piscina per una fresca estate di divertimento. Caratteristica comune delle tre grandi discoteche è la radio «d 'appoggio» Radio Studio Sayonara, Radio City per il Caravel, Radio Mantova per il Colosseum. In due casi il locale ha generato l' emittente, nel caso del ritrovo di Marmirolo notiamo una gestione più complessa ed equilibrata da parte di un unico staff dirigenziale. Una nota a parte per le innovazioni video. Il Caravel si limita a non trascurarlo con alcuni monitor in sala, un discorso discreto, al Sayonara le possibilità sono maggiori, ma non sfruttate, al Colosseum funziona anche uno schermo gigante. Grandi spazi, tandem disco/radio, ricerca di qualità e attenzione per il nuovo sembrano essere quindi le caratteristiche comuni a questi locali. «Gran belle strutture!» direbbe Maurizio Ferrini. E il futuro di tali strutture appare chiaro. Non bisogna mai perdere colpi, ma soprattutto investire continuamente e con intelligenza. Il pubblico sceglie, si affeziona, addirittura, o si lascia coinvolgere; comunque gradisce, partecipa e fa spettacolo. I risultati sono nella realtà dei fatti . Mocambo-Video, Blue Max, Stalla. Il Mocambo di Goito, ora Mocambo¬Video, si è rinnovato nel settore immagine raggiungendo, in merito, i risultati migliori. Gli schermi TV sono una gradevole integrazione alla funzionalità stessa della struttura. L'accoppiata radio/discoteca è qui sostituita dalla relazione col ristorante e la pizzeria. Atteso, per la prossima stagione, il nuovo maquillage. II Blue Max di Suzzara lavora in coppia con l' apprezzata Superradio riaffermando la vitalità della combinazione. Molte compagnie cittadine, sono attratte dal Blue Max e dalla sua musica. Gradevoli serate ad un buon livello professionale. Carina anche La Stalla che quest'anno ha magnetizzato un buon pubblico. Il locale è piccolo ma ben distribuito, sobrio e piacevole. Anche qui la comodità della pizza a due passi dalla pista. Questi e tanti altri validi locali della provincia vivono e «lottano» ogni weekend con il pubblico. Quelli che lottano meno sono forse quelli che lavorano di più al passo coi tempi. Le personalità e le atmosfere possono essere differenti, come lo sono le strutture, ma sono, comunque, frutto di un'alchimia ragionata. La formula del successo non è mai la stessa. Il mosaico di annotazioni che state per leggere non è ispirato a dati statistici particolari. L' elenco dei ritrovi citati non è completo. Quello che riportiamo è, piuttosto, una serie di appunti del «nostro» nuovo avventore mantovano. Maschio o femmina che sia, ha un 'età che oscilla tra i venti ed i quarant' anni. Ama la compagnia giovane ed è sufficientemente solido come cliente. In cuor suo dubita sui rapporti umani, ma tanti amici o conoscenti possono accompagnarlo, giorno dopo giorno, in questo o quel pub, nella tale osteria, in paninoteca. Ecco, allora, il tema del nostro colloquio: una mappa più o meno ragionata di una nottata cittadina con birra e panini, un po' di musica e parole della sera.
BREAK BURGER, Portici Broletto. Ritrovo «made in USA» per pranzi, cene e spuntini veloci. L 'atmosfera è di rasserenante efficienza ed ordine, colori sgargianti agli arredi per moderare il feeling un po' freddino, tipico della «mangia e fuggi». Menù standard, ma il cheeseburger non è affatto male.
LEONCINO ROSSO (da Nedo) Via Giustiziati. L 'ambiente diventa molto più italiano. Tra le bevande Birre estere, ma anche zibibbo ed altre specialità nostrane, negli stuzzichini e nei panini una mano casalinga, piuttosto raffinata. Efficiente l' impianto video gestito con un certo buon gusto. Ottima la posizione.
BAR LASAGNA (piazza Broletto). Un ritrovo tradizionale adagiato nella splendida Piazza Broletto. Offre al suo pubblico un 'accoglienza familiare sia per un calice veloce, sia per una calda serata con gli amici.
BAR CANOSSA (piazza Canossa). Funzionale, accogliente, regala nuova vita alla piazza che Bertolucci volle per una scena del suo «Novecento». D'estate, all'ingresso, una parata di mostri a due ruote. Ottimo servizio.
DEI BIRRI (piazza Broletto).Altra oasi d' estate nel centro storico . L 'interno è quasi imponente. Gestione secondo la migliore tradizione dell' ospitalità italiana. Forse un po' fredda l'atmosfera.
OSTERIA BALLASINI (via Verdi). Quasi uno squarcio trasteverino. Si mangia bene, alla casalina, e si spende poco. Atmosfera allegra e cordiale. Ottimo per una cenetta senza problemi.
PUB 15 (piazza delle Erbe). Con le sue strutture postmodern si incastona nel cuore dell' antica piazza delle Erbe. L 'assortimento di panini è enorme. Ottimo per un menù da vero paninaro. Qualche ricetta un po , pesante.
OBLÒ (via Arrivabene). Aria marinara, atmosfera accogliente. Il panino della casa è decisamente particolare, buon assortimento di birre, atmosfera di gusto «noir».
CHIPS (via Sacchi).Buoni panini, meglio la cucina: il menù è frizzante e insolito. C'è un piccolo impianto video; qualche buon programma in cassetta renderebbe più attraente la serata. Simpatico.
CHEZ VOUS (viale Gorizia). Un nome che da tempo vuol dire gelato e soprattutto panino di mezzanotte. Ampio, anche all'aperto, è il tipico ritrovo per serate in compagnia. Efficiente il servizio.
BAR MACELLO (corso Garibaldi) Vi si incontra tanta gente soprattutto sul tardi. Buoni i panini, assortite le birre. Peccato che d'estate abbia poco sfogo all'aperto. Il servizio è velocissimo .
note raccolte da STEFANO JORI



Giudizio
Non è stata raggiunta la quantità minima di voti
Vuoi essere il primo a votare questo articolo? Effettua il login oppure registrati per poter esprimere il tuo giudizio. Di la tua!

Ricerca Alloggi

 
Itinerari
Terre di Mantova

Terre di Mantova, una provincia dalle radici secolari
Proposte di itinerari di visita varia dai due ai quattro giorni tra le ...

DA VEDERE DA GUSTARE

Mantova da Vedere e da Gustare
diverse iniziative per mostrare il proprio meraviglioso patrimonio ...

ciclabile in località Pozzolo

La pista ciclabile Mantova-Peschiera
Tragitto di media lunghezza senza particolari difficoltà, con alcuni ...

Crea il tuo viaggio

Image01

Crea il tuo viaggio

Home | Ricerca | Contatti | Come Arrivare | Numeri utili | Accessibilità | MANTOVA, ... da amare, da scoprire!