vai ai contenuti

Provincia di Mantova - Portale sul Turismo a Mantova

Home | Benvenuti | Rubriche | Crea il tuo viaggio | Cosa Fare | Vivere Mantova Dimensione Carattere: A | A | A
Home   >   Articoli

Ricerca

Data
Date
Date

Elementi correlati

stemma comune di Solferino

Città: Solferino
>>>

Assaggi di tipicità

Approfondimento: Assaggi di tipicità
La dispensa dell’Area Morenica Mantovana >>>

Seguici su ...

Visit Mantova

Comunica con noi


Call center tel. +39 0376 432 432


info@turismo.mantova.it



HTML 4.01 Strict Valido!   CSS Valido!   Logo attestante il superamento, ai sensi della Legge n. 4-2004, della verifica tecnica di accessibilita'.

Solferino, la ricetta del territorio

Capunsel di Solferino
Ultimo aggiornamento: 18 dicembre 2017


Il piatto più celebre e caratteristico della cucina delle Colline Moreniche del Garda, riconosciuto e classificato anche dalla Regione Lombardia è quello della pasta fresca denominato: “i capunsèi”, che però a Solferino hanno una variante che si fa risalire ai tempi dei Gonzaga. La confraternita del Capunsèl di Solferino ha inteso promuoverlo e tutelarlo. Questa specialità di fattura popolare ha assunto importanza culinaria quando alcuni ristoranti di vecchissima tradizione, anche secolare, ha deciso di inserire questo primo piatto nei loro menù. Ognuno ha il suo segreto culinario, ma la base è piuttosto semplice e alla portata di tutti, basta che si abbia un po’ di dimestichezza con il cibo e i fornelli.
Quello che distingue il Capunsel di Solferino da quelli preparati negli altri comuni, è l’aggiunta di amaretti sbriciolati all’impasto.


Capunsel di Solferino


Ingredienti per 4-5 persone:
Pan grattato solferinese
Grana Padano
Biscotti amaretti tritati
Aglio, uno spicchio
Uova
Sale, pepe, spezie
Brodo di carne mista con verdure


Esecuzione:
Mettere il pane e il formaggio Grana grattugiato in un contenitore. Unire gli amaretti, l’aglio tritato, sale, pepe e spezie amalgamare tutto con brodo bollente fino ad ottenere un impasto consistente e poco umido unirvi le uova e rimpastare. Si fanno dei gnocchetti fusiformi di 5/6 cm. che dovranno essere scottati nel brodo tenuto a bollore. I capunsei saranno cotti quando galleggeranno nel brodo.
Si procederà allora allo scolo per servirli ben caldi in una pirofila con burro fuso al vapore, salvia e grana padano.



Giudizio
Non è stata raggiunta la quantità minima di voti
Vuoi essere il primo a votare questo articolo? Effettua il login oppure registrati per poter esprimere il tuo giudizio. Di la tua!

Ricerca Alloggi

 

Multimedia

5af20b883a9d4959a1489a3f3bff8605

Entra nella sezione per visualizzare tutte le foto disponibili.
Itinerari
Area protetta

Le aree protette
I profili dolcissimi di colline piene di storia, pianure dipinte con un ...

Foce Mincio, tramonto e bici

Mantova e i suoi fiumi
L’acqua è elemento caratterizzante del territorio mantovano.

RIS_San Benedetto Po, abbazia polironiana

Ora et Labora
"Montecassino del Nord", "Cluny lombarda": due modi per definire lo ...

Crea il tuo viaggio

Image01

Crea il tuo viaggio

Home | Ricerca | Contatti | Come Arrivare | Numeri utili | Accessibilità | MANTOVA, ... da amare, da scoprire!